Primavera, Fiorentina – Torino 2-0: Zohore più Gondo, viola alle finali nazionali

. . Nessun commento:
Novanta minuti per decidere le sorti di un campionato. Fiorentina e Torino, distanziate da soli tre punti, cercano la vittoria più importante della stagione. Infatti, un successo gigliato qualificherebbe la squadra di Semplici alle finali nazionali con un turno di anticipo, mentre un blitz esterno degli uomini di Longo rimanderebbe all’ultima giornata il discorso qualificazione. Le indisponibilità offensive della prima squadra privano la Primavera di Bernardeschi, convocato da Montella e assente per il big match; oltre a lui, out pure Lezzerini, Fazzi e Da Silva. Tra i pali confermato Bacci, mentre a sostituire il talento classe ’94 c’è Giordano, preferito a Gulin e all’esordio dal primo minuto.


A rendersi pericoloso per primo è il Torino, che con il suo trio d’attacco crea non pochi grattacapi alla retroguardia gigliata. Dopo soli tre minuti Barbosa s’incunea e crossa da destra, Diop devia di testa e il pallone esce fuori di pochissimo. Ancora l’attaccante senegalese pericoloso da distanza ravvicinata, ma Bacci risponde presente e devia in corner. Il primo guizzo offensivo della Fiorentina nasce da calcio piazzato, con Empereur che impegna Gomis. Sempre su punizione è Zohore a costringere il portiere avversario alla deviazione sopra la traversa. A metà frazione Bacci due volte decisivo su Diop e Barbosa, entrambi stoppati in uscita. La replica viola non si fa attendere e fa tremare il Torino. Sugli sviluppi di un corner, infatti, prima Gondo e poi Zohore colpiscono la traversa, producendo di fatto la prima vera occasione per i gigliati. Prima dell’intervallo ancora Bacci sbarra la strada a Diop, poi tutti negli spogliatoi.

Nessun cambio e partita che riprende. Il primo squillo è dei viola con Gondo, il quale spara alto da posizione molto defilata su assist di Venuti. Al 55’ destro di Diop da fuori e grande risposta di Bacci in corner; dagli sviluppi dello stesso, Cristini insacca di testa ma commettendo fallo sul portiere gigliato, quindi rete annullata. Fase centrale di frazione equilibratissima, tesa al punto giusto e le occasioni da gol latitano. Prevale la paura di perdere piuttosto che la voglia di vincere, così serve uno spunto del singolo per spaccare la partita. E arriva a al 79’, quando Zohore recupera palla nella propria metà campo e va in coast-to-coast fino a giungere in area, dove salta Gomis e insacca. Eurogol del centravanti danese, che porta in vantaggio la Fiorentina con una splendida azione personale. Il Toro accusa il colpo e non riesce a reagire, subendo così gli attacchi dei viola, che sulle ali dell’entusiasmo raddoppiano nel sesto minuto di recupero. Break a centrocampo su rinvio dal fondo di Gomis, palla in profondità per Gondo, che resiste ad un avversario e fa scorrere i titoli di coda con un destro preciso. Al triplice fischio finale può finalmente esplodere la gioia di Semplici e i suoi ragazzi per aver centrato un risultato meritato e importante. Quanto al Torino, l’impressione è che non avranno problemi a superare lo scoglio dei playoff e con ogni probabilità saranno alle finali nazionali.

La gioia della Fiorentina a fine gara (video FirenzeViola.it):

Il tabellino: FIORENTINA – TORINO 2-0
FIORENTINA (4-3-3): Bacci; Venuti, Madrigali, Empereur, Ashong; Capezzi (84’ Rosa Gastaldo), Fossati, Bangu (90+2’ Costanzo); Zohore, Giordano (65’ Gulin), Gondo. A disp.: Bardini, Bandinelli, Berardi, De Poli, Everton, Folla, Spinelli. All.: Leonardo Semplici
TORINO (4-3-3): Gomis; Astone, Cristini, Cinaglia, Affinito (83’ Sparacello); Gatto, Coccolo (77’ Parigini), Graziano; Barbosa (70’ Rosso), Diop, Gyasi. A disp.: Saracco, Cargnino, Ientile, Barreca, Firriolo, Parodi, Aramu. All.: Moreno Longo
ARBITRO: Morreale di Roma
RETI: 79’ Zohore, 90+6’ Gondo
NOTE: ammonite Cinaglia, Graziano, Gatto; recuperi 2’ pt e 6’ st.

PAGELLE
Bacci 7: compie almeno un paio di parate decisive che tengono in corsa i viola.
Venuti 6: controlla bene Gyasi, limita al minimo indispensabile le discese offensive.
Madrigali 6: soffre molto la reattività e il dinamismo di Diop.
Empereur 6.5: solita prova di qualità e quantità, vicino al gol su calcio piazzato.
Ashong 6: come Venuti, si destreggia bene contro Barbosa.
Capezzi 6: appannato come i colleghi di reparto, senza infamia né lode.
Fossati 6: pendolo tra difesa e centrocampo, detta i tempi ma non va oltre il compitino.
Bangu 6: limitato non poco dal fisico centrocampo granata.
Zohore 7: la sua sgroppata per l’1-0 spacca la partita, fino a quel momento un po’ abulico e pericoloso solo con la traversa colpita nel primo tempo.
Gondo 7.5: è ovunque, rincorre gli avversari anche in difesa, prova di grandissimo spessore e impegno; il gol è la meritata ciliegina.
Giordano 6: prima da titolare, qualche spunto interessante ma mai realmente pericoloso; esce per crampi.
Gulin 6: ultima mezz’ora per lui, crea scompiglio nella difesa granata, non occasioni da gol.
Rosa Gastaldo sv: rileva Capezzi nel finale.
Costanzo sv: una manciata di minuti per lui.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social