Antonio Elia Bastianoni, sulle orme di Buffon

. . Nessun commento:
Nel girone A della Prima Divisione di Lega Pro c’è una squadra che sta sovvertendo i pronostici di inizio stagione: il Carpi. La società modenese, infatti, è tornata in Prima Divisione dopo aver vinto e dominato il campionato di Seconda Divisione, cui va aggiunta la finale persa di Coppa Italia di Lega Pro contro la Juve Stabia; invece, complice un avvio sprint con mister Maddaloni in panchina, poi dimessosi per motivi familiari e sostituito da Notaristefano, i biancorossi si sono ritrovati ad essere una delle pretendenti per la zona playoff, obiettivo impensabile ad inizio stagione. Nella rosa dei modenesi ci sono molti nomi interessanti, come Eusepi, Memushaj e Concas, ma oltre a loro c’è un giovane portiere che si sta facendo largo nel mondo del calcio: Antonio Elia Bastianoni.

Bastianoni nasce il 18 maggio 1991 a Santa Margherita Ligure (Genova) e, dopo aver fatto la trafila nelle giovanili, nella stagione 2009/10 diventa il portiere titolare della Sarzanese, club di Serie D; a Sarzana gioca trentatré partite e subisce ventisette gol, numeri positivi per un diciottenne alla prima esperienza da titolare. La squadra arriva quinta in campionato, perde i playoff contro il Casale e non riesce a salire di categoria, cosa che invece Bastianoni fa, visto che a fine stagione passa al Carpi in Seconda Divisione. Il Carpi, ammesso al campionato dopo i ripescaggi, ha come obiettivo principale la salvezza, ma inaspettatamente si ritrova a dominare il campionato e a fine stagione festeggia un’insperata promozione in Prima Divisione. Nella conquista della promozione la difesa è stata il punto di forza principale della squadra e Bastianoni, avendo subito solo quindici gol in ventinove presenze, è stato fondamentale nel raggiungimento dell’obiettivo. In due stagioni da titolare Bastianoni somma sessantadue presenze in campionato e subisce quarantadue gol: numeri importanti e incoraggianti per un giovane portiere alle prime armi. In questa stagione Bastianoni continua a giocare titolare nel Carpi, matricola del girone A di Prima Divisione, e continua nel suo trend positivo: 17 presenze, 16 gol subiti.

“Mirante”, così come è stato soprannominato vista la somiglianza tra lui e il suo idolo, è alto 188 centimetri e pesa 83 chilogrammi, fisico perfetto per un portiere. Molto forte e sicuro tra i pali, ha ottimi riflessi sui tiri ravvicinati, mentre pecca nelle uscite alte e non sempre chiama la palla nelle uscite, e per questo viene ripreso dai compagni di reparto più esperti, come l’ex Torino Cioffi.

Portiere e capitano dell’Under-20 di Lega Pro che ha giocato in amichevole contro la Nazionale di Prandelli lo scorso 4 ottobre, Bastianoni ha fatto parte anche dell’Under-20 di categoria e della rappresentativa che ha partecipato all’International Challenge in Portogallo.

Le prestazioni di Bastianoni non sono passate inosservate e molte squadre, come il Padova, si sono interessate a lui, ma è il Varese ad essersi assicurato il ragazzo per la prossima stagione; il club lombardo, infatti, ha acquistato per intero il cartellino di Bastianoni, che però rimarrà in prestito al Carpi fino al termine della stagione.

Nessun commento:

Posta un commento

Cantera Social